Gli stili d’arredo più trendy

stili d'arredo

Scegliere l’arredamento per la propria casa è sempre qualcosa di emozionante e coinvolgente, pensare di trascorrere molti dei momenti più importanti della nostra vita circondati da mobili e accessori che ci identificano e che raccontano di noi ci porta a compiere le nostre scelte con attenzione e prendendo in considerazione un ampio ventaglio di scelte, anche quelle che non avremmo mai immaginato potessero appartenerci.

Spesso, però, può essere difficile districarsi nel mare magno delle tendenze e dei vari stili che caratterizzano l’arredamento moderno, ma attraverso piccoli accorgimenti e considerazioni ponderate è possibile rendere la propria casa originale, personale e sempre elegante.  Vediamo, quindi, quali sono le tendenze più in voga nell’ultimo periodo per avere le idee più chiare e la certezza di fare un investimento – a volte anche importante – destinato a materiali e complementi d’arredo davvero validi e duraturi.

Stile nordico o scandinavo

Sviluppatosi intorno agli anni cinquanta del ‘900, si tratta di uno stile caratterizzato da elementi molto essenziali e soprattutto funzionali, senza dimenticare l’attenzione per le superfici e gli arredi che rimandano ad una cura attenta per l’ambiente e la tutela della salute. Largo, quindi, a colori chiari e neutri che donano armonia all’insieme e a materiali naturali – sopratutto legno – sia per quanto riguarda i mobili che i tessuti, questi ultimi preferiti grezzi. Uno stile del genere si adatta ad una personalità che ha uno stile di vita orientato al benessere e alla cura dell’ambiente che la circonda e che vede nella propria casa e nell’arredamento che la caratterizza il rifugio in cui sentirsi a proprio agio e rilassarsi profondamente.

Stile Shabby chic

Quello che si pensava essere una moda passeggera destinata ad esaurirsi presto, è diventato uno stile d’arredamento classico a tutti gli effetti, ancora oggi adottato da moltissime persone che si lasciano catturare dalle sue linee morbide, eleganti e mai banali. Traducibile come stile vissuto o trasandato/elegante, lo Shabby chic sfrutta sia elementi decorativi vintage che fanno bella mostra della loro usura data dal tempo, oppure pezzi di arredamento nuovi sui quali è stata effettuata un’operazione di invecchiamento o di decapaggio. Non solo, perché all’interno di questo stile trovano spazio anche accessori che ne aumentano la bellezza, come le stoffe o gli oggetti che richiamano sempre a qualcosa che arriva dal passato, dai toni rigorosamente bianchi, beige, grigi o pastello.

Stile industriale

Stile che ha visto una forte affermazione soprattutto nell’ultimo ventennio, quello industriale si caratterizza innanzitutto per un arredamento che presenta delle superfici ruvide a volte lasciate volontariamente grezze, così come i colori che non sono mai del tutto definiti ma lasciano trasparire finiture non omogenee. E’ un tipo di stile molto versatile, facilmente apprezzabile sia all’interno di case private che nei negozi e nei locali più alla moda.

Stile classico moderno

Onnipresente e mai accantonato definitivamente, lo stile classico moderno ha avuto mille reinterpretazioni ma ha avuto la meglio su molti stili moderni che non sono stati in grado di reggere il confronto con la sua personalità rassicurante, elegante e ordinata. Si tratta di uno stile in cui prevale il bianco o, comunque, i colori chiari e che si serve anche molto dell’ausilio dei tessuti, dei tendaggi e dei tappeti per creare un’atmosfera accogliente che richiama all’antichità rappresentandola con un’eleganza tutta moderna.

Leave a Reply

Azienda

Mister Vetrano è azienda leader nell’arredamento classico, moderno e contemporaneo. Offre inoltre un servizio di interior design personalizzato negli showroom di Veglie e Salice Salentino (Lecce).